14.2. Creare un bilancio

Ancora prima di iniziare la creazione di un bilancio, è importante spendere un po’ di tempo pensando alla struttura dei conti. Per esempio, se si desidera ottenere un bilancio per le proprie spese di elettricità e acqua, non è possibile avere solamente un conto Uscite:Servizi. I conti devono essere dettagliati almeno quanto il bilancio che si vuole ottenere.

14.2.1. Scegliere i conti per i quali creare il bilancio

Il primo passo da compiere nella creazione di un bilancio, consiste nello scegliere che cosa di desidera pianificare. Questa decisione influisce sulla scelta dei conti da includere nel bilancio. Ad esempio, se si è interessati solamente al tracciamento delle proprie spese, si può creare un bilancio delle uscite inserendo solamente gli importi dei conti delle uscite. D’altra parte, se si desidera tracciare tutti i propri movimenti di liquidi, si può creare un bilancio dei flussi di liquidi immettendo gli importi dei conti di attività, passività, entrate e uscite.

Prima di procedere alla creazione del bilancio occorre prendere due decisioni: per quali conti si desidera ottenere un bilancio? e, per quando si desidera che venga calcolato il bilancio? È sempre possibile cambiare idea in seguito dopo la creazione del bilancio, ma è necessario iniziare con qualcosa.

Suggerimento

Come regola generale, spesso interessa conoscere in cosa si spende il proprio denaro e quindi si potrebbe voler realizzare un resoconto delle uscite. Se si è anche preoccupati di non avere abbastanza denaro al posto giusto nel momento giusto, si potrebbe voler realizzare un bilancio dei flussi di liquidi.

14.2.2. Scegliere il periodo di bilancio

Prima di creare un bilancio occorre anche decidere per quale periodo di tempo si desidera pianificare. I periodi di bilancio più comuni sono mensilmente e annualmente. Se si desidera realizzare un bilancio il cui percorso finanziario nel tempo sia variabile, allora sarebbe necessario includere diversi periodi nel bilancio. Ad esempio, se si desidera pianificare delle spese maggiori per i servizi nel periodo invernale piuttosto che in quello estivo, allora si potrebbe voler suddividere il bilancio annuale in 4 trimestri o anche in 12 mesi, e mettere nel bilancio un valore superiore per il periodo invernale e uno inferiore per quello estivo.

14.2.3. Come Iniziare

Per creare il primo bilancio selezionare OperazioniNuovoNuovo bilancio preventivo. Verrà immediatamente visualizzato un nuovo bilancio con le impostazioni predefinite e nessun elemento. Selezionare poi il pulsante Opzioni. Le opzioni più importantii sono quelle relative al periodo e al numero di occorrenze. Per il periodo del bilancio, selezionare la data d’inizio e il periodo di tempo più corto per il quale si vuole effettuare il conteggio. Poi selezionare il numero di occorrenze.

La pagina del bilancio mostra ora una lista di conti con una colonna per ogni periodo di bilancio. La data visualizzata nel titolo di ogni colonna rappresenta l’inizio di quel periodo di bilancio.

14.2.4. Inserire i valori di bilancio

Ora si devono inserire i valori di bilancio cioè gli importi che ci si aspetta che i saldi dei conti assumano durante il periodo di bilancio. I valori di bilancio possono essere inseriti in due modi: il primo consiste nel fare clic direttamente nella cella di interesse e inserire un importo.

Se si hanno a disposizione delle transazioni inserite in GnuCash, il secondo metodo consiste nel far stimare a GnuCash i valori di bilancio sulla base di queste transazioni. Prima, selezionare il conto che si desidera far stimare a GnuCash; poi, premere il pulsante Stima sulla barra degli strumenti. Nella finestra di Stima dei valori del bilancio, selezionare la data dopo la quale GnuCash dovrà controllare le transazioni. GnuCash inizierà da questa data e controllerà nel seguito per il periodo di durata del bilancio. Ad esempio, se si sta facendo un bilancio annuale e si sceglie come data il 1° Gennaio 2005, GnuCash controllerà tutte le transazioni in quel conto dal 1° Gennaio 2005 al 31 Dicembre 2005.